Fusione di getti in ghisa lamellare e sferoidale


12 Settembre 2011

Marzoli Foundry, spin-off della Marzoli Spa

Marzoli Foundry srl, pur operando in autonomia, mantiene gli stretti rapporti di sinergia tecnologica con la casa madre assicurando, oltre al suo ruolo autonomo, un importante supporto tecnologico e produttivo.

Marzoli Spa ha sempre avuto tra i suoi punti di forza la conoscenza e la gestione di tutte le fasi produttive delle singole parti che compongono i suoi impianti. Sin dal 1851 i suoi reparti produttivi spaziavano dalla fusione all’assemblaggio. Nonostante negli ultimi decenni le forti spinte competitive abbiano comportato una focalizzazione delle realtà produttive sul proprio core business, la Marzoli ha mantenuto al suo interno le unità produttive fondamentali che le consentono di padroneggiare le tecnologie necessarie alla produzione in qualità dei suoi componenti più significativi. Seguendo poi la filosofia del gruppo Camozzi di cui Marzoli è parte da oltre un decennio, il reparto di fonderia ghisa ha progressivamente aperto la sua attività anche a clienti di diversi settori merceologici. Ciò ha favorito la sua crescita tecnologica e culturale dando un’identità autonoma a tale reparto. L’evoluzione naturale ha portato alla separazione, anche societaria, fra la casa madre e la sua unità produttiva di fonderia con la nascita nel 2007 della “Marzoli Foundrysrl”. Tale unità, pur operando in autonomia, mantiene gli stretti rapporti di sinergia tecnologica con la casa madre assicurando, oltre al suo ruolo autonomo, un importante supporto tecnologico e produttivo.

 Il Gruppo: sinergie Camozzi Manufacturing

Il suo inserimento nella struttura organizzativa della nuova divisione Camozzi Manufacturing, che accorpa tutte le aziende del Gruppo che si occupano di trasformazione materie prime e delle lavorazioni meccaniche, ha ulteriormente ampliato la propria offerta nei confronti dei propri clienti che sempre più spesso richiedono integrazione con lavorazioni meccaniche, o con prodotti complementari. Ad oggi sono dunque sette in totale le aziende di questa divisione prodotti e servizi. Oltre alla Marzoli Foundry infatti ci sono la Romano Abele specializzata nella produzione di componenti e la lavorazione di parti meccaniche di precisione in ghisa, acciaio, alluminio e leghe speciali, la Campress per lo stampaggio dell’ottone, la Camcasting per la fusione in conchiglia di alluminio, la Plastibenaco per stampaggio di materie plastiche, la Newton Officine Meccaniche per lavorazioni di carpenteria metallica, e la Innse Milano per lavorazioni meccaniche pesanti. L’obiettivo principale di Camozzi Manufacturing è infatti presentarsi sul mercato come un’unica realtà in grado di fornire diversi prodotti e servizi di subfornitura ai clienti, limitando il numero di interlocutori. Un General Contractor che, nato da esigenze gestionali infragruppo, si è trasformato in una realtà in grado di offrire servizi aggiuntivi a tutti i clienti con necessità di forniture più complesse. Camozzi Manufacturing rappresenta un nuovo canale di fornitura che affianca le singole aziende dotate comunque anche strutture commerciali autonome. La condivisione del know-how e lo sviluppo congiunto di soluzioni sia tecnologiche che di processo fanno di Camozzi Manufacturing una realtà pressoché unica nel suo genere.

Marzoli Foundry: caratteristiche e peculiarità

Marzoli Foundry, è oggi dotata di una struttura di 4.000 m2 con impianti produttivi completamente rinnovati che permettono di abbinare la competenza del personale all’efficienza di tecnologie all’avanguardia. Marzoli Foundry è specializzata nella fusione di getti in ghisa lamellare (EN-GJL-200; EN-GJL-250; ENGJL- 300) e sferoidale (EN-GJS-400; EN-GJS-500; EN-GJS-600) in piccole e medie serie per svariati settori produttivi.

La cultura aziendale sviluppata all’interno di un’organizzazione complessa capace di gestire in maniera molto flessibile intere commesse di macchinari tecnologicamente avanzati, unita all’esperienza maturata come fornitore di realtà molto diversificate, rende la Marzoli Foundry un partner ideale, in grado di supportare il cliente sia nelle esigenze tecnologiche che in quelle logistiche. In piena sintonia con la filosofia Camozzi si è adottata una politica ambientale che dalla progettazione alla realizzazione degli impianti ha valutato e ridotto l’impatto ambientale. Particolare attenzione è stata rivolta ai sistemi di filtraggio in modo da garantire un livello di emissione polveri in ambiente dimezzato rispetto ai limiti di legge. Anche la gestione delle terre esauste e dei rifiuti in genere è stata studiata per ridurre al minimo l’impatto ambientale. La gestione interna di tutte le fasi produttive, dalla realizzazione delle anime,mediante impianto Ashland (processo a freddo cold-box) con capacità fino a 12 litri, alla finitura dei getti, consente di monitorare costantemente il livello qualitativo dei prodotti e di ottimizzare i flussi logistici riducendo i lead time di produzione e garantendo consegne rapide. I due forni rotativi dell’impianto fusorio, da 6 ton, sono in grado di garantire una capacità produttiva di 3.000 ton/anno, la cui ghisa in fase di spillata viene monitorata mediante un software in grado di elaborarne le curve di raffreddamento. Un sistema informatizzato controlla l’immissione direttamente nelle caldaie di colata dei componenti per la produzione di ghisa sferoidale. Il reparto di formatura dispone di un impianto automatico equipaggiato con staffe da 1000 x 800 x (250 + 250) mm, con capacità di movimentazione di 40 staffe/ora, in grado di utilizzare anche modelleria in legno particolarmente indicata per la realizzazione di piccoli lotti. Grazie a tale impianto è possibile eseguire, anche su placche frazionate da 480 x 800 mm o da 480 x 395 mm, fusioni che vanno da 0,3 Kg a 150 Kg con un peso medio di 50 Kg per staffa.

La terra di formatura è controllata automaticamente in modo da garantire la costanza del parametri di compattabilità ottimizzando l’immissione degli additivi. Le fusioni vengono consegnate sabbiate, sbavate internamente. Inoltre si eseguono eventuali trattamenti di distensione e di cottura. Anni di esperienza maturata grazie ai rapporti di partnership instaurati con clienti nazionali ed internazionali hanno permesso di sviluppare competenze e di riconoscere le esigenze di numerosi settori industriali, in particolare nel settore meccanico, meccanotessile, arredo urbano, impiantistica, macchine utensili, nelle macchine per la lavorazione del legno e del marmo, nell’industria alimentare, valvole di tipo speciale ed automotive, tutti accomunati dalla necessità di avere prodotti di qualità,progettati, testati e consegnati in tempirapidi garantendo un’assistenza costante anche nelle fasi di sviluppo.Grazie ad un laboratorio equipaggiato con moderne attrezzature ed a tecnicispecializzati vengono eseguite analisi della ghisa e relativa struttura metallografica,analisi quantometriche, prove meccaniche e analisi delle terre.Oltre al laboratorio interno la Marzoli Foundry si avvale delle numerose sinergie interne al gruppo Camozzi potendo usufruire ad esempio, del supporto del centro ricerche centralizzato. L’azienda è certificata ISO 9001:2008 e si avvale oltre che degli operatori interni del supporto di consulenza Camozzi Group.

Anche il reparto informatico è centralizzato per poter avere lo stesso linguaggio in tutte le aziende. Il controllo e la gestione di tutte la fasi aziendali sono infatti implementati su sistema SAP integrato con le altre realtà del gruppo consentendo una rapida e precisa conoscenza dei parametri gestionali aziendali.

Da : Roberto Vezzoli ( Manager Marzoli Foundry ) : La Subfornitura , n.5 , mese di settembre 2011 – Interprogettied Editore